Competizioni
Serie A1
Serie A2
Le rubriche
Prima Pagina
A bordovasca
Nazionali
Faccia a Faccia
Il caso
Comunicati stampa
La vostra posta
<< Torna alla Home Page
<< Back
Verona: che ciclone
Espugna Ancona e sale in A1
Prova di forza del sodalizio veneto che dopo aver pareggiato domenica i conti, si Ŕ aggiudicato anche Gara 3
28/06/2018 - Redazione
 
E' un Verona cinico, trasformato, molto più consapevole delle sue forze di quanto non lo sia stato nel coerso di tutto il campionato quello che è riuscito nell'impresa di superare anche in Gara 3 l'Ancona ed aggiudicarsi, quindi, meritatamente, la promozione in serie A1. Il sodalizio Veneto che aveva sofferto e perso in Gara 1 (alla Passetto lo scorso 17 giugno finì 6 a 2 a favore delle doriche) ha subito rimesso a posto le cose, imponendosi domenica scorsa in casa per 6 a 3 in Gara 2 e questa sera, forte di una nuova prova di forza, imponendosi per 10 a 8, in casa delle anconitane, ha messo il definitivo sigillo alla pratica. All'Ancona rimengono le lacrime. Ma non solo. nche la consapevolezza di essere, oggi più che mai, una squadra, uyna gran squadra che proseguendo su questa squadra finiremo molto mpresto per applaudire su palcoscenici maggiori, palcoscenici che Ancona e le Marche hanno brillantemente inseguito e che meritano a pieno titolo.
In A1 il Verona raggiunge l'altra neopromossa: l'F&D H2O Velletri che il pass se lo era aggiudicato domenica dopo aver vinto entrambe le finali contro il Como. Ironia della sorte, in A1 approdano le squadre classificatesi al secondo posto nei due gironi di A2. Como e Ancona che s'erano aggiudicate rispettivamente la classifica dei Gironi Norfd e Sud al termine della refgular season hanno finito per lasciare strada a Velletri e Verona.
 
VELA ANCONA   8
CSS VERONA   10 (2-2, 1-3, 3-2, 2-3)
 
Vela Ancona: Borghetti, Strappato, Pomeri 5, Santandrea, Ferretti 1, Bersacchia, Di Martino, Ciampichetti, Stevelli, De Matteis, Altamura 1, Quattrini 1, Andreoni. All. Pace M.
CSS Verona: Mattioni C., Castagnini 1, Cressoni 2, Russo, Borg 4, Peroni, Braga 1, Frizzarin, Nicolis, Prandini, Carotenuto, Mattioni S., Bosello 2. All. Zaccaria.
Arbitri: Calabrò e Rotondano.
Note: spettatori: 300 circa. Sup. num. Vela 3/11 più un rigore realizzato, Css 5/8. Uscite per falli: Peroni (V) nel 3° tempo.
 
QUI ANCONA
Finisce con il Css Verona in festa e la Vela Ancona in lacrime la terza sfida della serie finale di playoff. 
Il Css Verona vince ad Ancona 10-8 e conquista la promozione in A1, lasciando la Vela a valutare i propri errori, commessi comunque di fronte a una squadra che alla piscina del Passetto ha dimostrato tutte le sue qualità. Onore ai vincitori quanto ai vinti: la serie finale giunta a gara3 dimostra quanto le due squadre si siano equivalse nell'arco della triplice sfida. Più concreta, più solida, quella del Css Verona nella “bella” del Passetto, più Pomeri-dipendente quella della Cosma Vela in una gara in cui, ancora una volta, proprio come in gara2 a Verona, hanno pesato i numerosi errori anconetani in fase di conclusione. D'altra parte le percentuali di superiorità numerica, appena “ammorbidite” dalla realizzazione del capitano anconetano Pomeri dai cinque metri, lo dimostrano. La Cosma Vela fallisce l'obiettivo stagionale proprio al traguardo, sul filo di lana, cedendo, pur a testa alta, all'avversario, un Css apparso estremamente solido e motivato, al Passetto, ancora di più che nella sfida di pochi giorni fa alla Monte Bianco di Verona. Le anconetane vanno in vantaggio con la Pomeri, si fanno raggiungere sul 2-2, nel secondo tempo si trovano spesso a rincorrere, fino al 3-5 del cambio di campo. Nel terzo tempo rimettono la partita in equilibrio sul 6-6, quindi dal 6-7 passano sull'8-7 in proprio favore con i gol di Pomeri e Ferretti, ma negli ultimi minuti la squadra dorica subisce il passivo decisivo, Verona impatta con la Peroni, mette la freccia con la Borg e il sigillo conclusivo con la Bosello.
 
QUI VERONA
Da non crederci. La Css, che a gennaio parlava di salvezza e, al massimo, provava a sbilanciarsi sperando di eguagliare il quarto posto della stagione scorsa, è in serie A1.
Un epilogo che in pochi si azzardavano a pronosticare, ancor meno dopo la sconfitta a Napoli e quella di una settimana dopo ad Ancona. E invece... invece Prandini e compagne portano a compimento la loro splendida cavalcata espugnando il difficile campo del Passetto e condannando il Vela Nuoto alla seconda sconfitta consecutiva in finale playoff. Risultato finale: 10-8 in favore della compagine veronese, con parziali 2-2, 3-1, 2-3, 3-2.
Una partita intensa, vibrante, a tratti anche bloccata, ma soprattutto nella quale le due squadre segnano di più che complessivamente nelle prime due partite della serie. L'Ancona di Milko Pace, ferito per la sconfitta alle Piscine Monte Bianco, era determinata a centrare la promozione nelle acque di casa; dal canto suo, dopo centinaia di km percorsi nelle ultime settimane, la Css vuole onorare la presenza di alcune decine di propri supporter continuando ad inseguire il proprio sogno.
Già l'avvio sembra ben diverso delle ultime due partite. Pomeri mostra tutta la sua classe, portando in vantaggio l'Ancona e pareggiando sul 2-2 dopo il centro di Annalisa Bosello e la prima marcatura di giornata di Elena Borg. Ancora la giovane mancina fa capire di essere in vena e chiude alla perfezione una superiorità numerica delle ospiti, ma Quattrini fa capire che le doriche non intendono proprio lasciare fuggire le arrembanti veronesi. Tuttavia la chiusura di frazione dà la prima sferzata al match: Bosello stampa la palla sulla traversa, ma poi Francesca Cressoni riporta le sue in avanti ed un bolide di Ines Braga si insacca per il più due.
Tutto fatto? Assolutamente no, poiché il terzo tempo è battaglia. Altamura accorcia, poi le anconetane colgono due volte la traversa. Cressoni allunga nuovamente ma una Pomeri pazzesca impatta il parziale approfittando anche di un rigore a favore. La foto della partita sta nella cattiveria di Borg, che si presenta a pochi metri da Borghetti e piazza un potente sinistro che sbatte sul palo e finisce in rete per il nuovo vantaggio biancazzurro.
Sul 7-8 la squadra di Zaccaria sembra bloccarsi. La voglia di rimonta delle marchigiane e qualche fallo di troppo fischiato alle ospiti sembrano indirizzare il match, ancor più dopo il sorpasso operato da Ferretti e, neanche a dirlo, da Pomeri. La Css sembra stanca e demoralizzata per essere finita nuovamente sotto nel punteggio. Sono minuti tremendi, in cui le scaligere tremano: Cristina Mattioni è determinante, ma le colleghe d'attacco sembrano diventate incapaci di bucare l'omologa avversaria. Il timore è che sia finita la benzina, sia dal punto di vista fisico che mentale.
E invece no. Gli ultimi giri di lancette sono da antologia. È Eleonora Castagnini a pareggiare sull'8-8, deviando in rete un passaggio sul primo palo. Borg suggella una prestazione monumentale con il suo poker personale. L'Ancona torna ad invischiarsi nelle maglie difensive di una Css che torna a rischiare pochissimo. I secondi scorrono all'indietro. Sull'ultimo possesso, a pochissimo dallo scadere, le ragazze di Zaccaria si inventano un passaggio in avanti su cui Bosello, a 3 secondi dalla grande gioia, trova modo di aggiungere un punto al proprio score.
Alla sirena finale è apoteosi. La Css Verona per la prima volta nella sua storia è in serie A1, assieme alle migliori squadre d'Italia. Finiscono un po' tutti in acqua nei festeggiamenti, compreso ovviamente il condottiero che quest'anno ha portato un gruppo di giocatrici definite "normali" degli addetti ai lavori a conquistare il più grande palcoscenico femminile nazionale.
E, ovviamente, dopo la doverosa cronaca di una giornata storica, nei prossimi giorni ci sarà tutto il tempo per ascoltare le voci dei protagonisti.

 

Accedi all'archivio

Share
Ecco il Setterosa
per Barcellona
Due le novitÓ: Silvia Avegno e Arianna Gragnolati. Lasciano Aleksandra Cotti e Giuditta Galardi

Debutto a suon di reti
L'Italia annienta Israele
Monologo del Setterosa nella sfida d'apertura dell'Europeo di Barcellona. Israele superato 21 a 2. Domani la Grecia.

Gradito ritorno al Rapallo
Riecco Matilde Risso
Torna in giallobl¨ il portiere, classe '95, dopo le esperienze trascorse a Como, ad Imperia ed al Rapallo Pallanuoto di A2

News news news
06.07.18- Torneo di Rotterdam. Il Setterosa chiude al secondo posto
05.07.18- Le Nazionali Under 19 ed Under 18 in collegiale ad Ostia dal 9 al 15 luglio
05.07.18- Torneo di Rotterdam - Riscatto azzurro. Olanda sconfitta in rimonta
04.07.18- Torneo di Rotterdam. Azzurre sconfitte al debutto.
03.07.18- Il Setterosa al Torneo di Rotterdam
24.06.18- Nazionale Under 16 a Termoli
20.06.18- Serie A2 - Play-Off e Play-Out. Alla stretta finale. Sabato anticipano Locatelli e Volturno
18.06.18- Il Setterosa supera (8-7) la Cina nell'amichevole di Firenze
14.06.18- Setterosa ad Atene. Poi tre amichevoli con la Cina ed i Giochi del Mediterraneo
12.06.18- A2 - Play-Off. A Bensaia la direzione della "bella" tra Verona e Acquachiara
© 2012 waterpolowomen.it
E' vietata la riproduzione anche parziale del materiale pubblicato sul sito senza autorizzazione