Competizioni
Serie A1
Serie A2
Le rubriche
Prima Pagina
A bordovasca
Nazionali
Faccia a Faccia
Il caso
Comunicati stampa
La vostra posta
<< Torna alla Home Page
<< Back
Orizzonte e SIS Roma
Che sfida per la Fin Cup!
Semifinali 1/4 posto: Rapallo cede all'Orizzonte nonostante le cinque reti di Avegno. Padova passa lo scettro alla Roma
11/11/2017 - redazione

SEMIFINALI 1/4 POSTO

Rapallo Pallanuoto-Orizzonte CT 8-11
Rapallo Pallanuoto: Lavi, Zanetta, Gragnolati, Avegno 5, Marcialis 1, Sessarego, D'Amico, Giustini, Van der Graaf 2, Cuzzupè, Genee, Gagliardi, Gaetti.
All. Luca Antonucci.
Orizzonte CT: Palm, Ioannou 1, Garibotti, Bianconi 4 (1R), Aiello 3, Grillo 1, Santapaola, Marletta, Van der Sloot 2, Morvillo, Riccioli, Lombardo, Schillaci.
All. Martina Miceli.
Arbitri: Calabrò, Frauenfelder.
Parziali: 1-3, 2-2, 3-4, 2-2.
Note: nessuna uscita per limite di falli. Superiorità num. Rapallo 5/7, Orizzonte 3/5. Ammonito per proteste nel IV tempo Luca Antonucci (R).
Nel IV tempo Gragnolati sbaglia tiro di rigore ( palo).
   
Ostia -  L'Orizzonte Catania ipoteca la finale con il break d'apertura di 3-0 realizzato con due reti di Aiello, tra cui una bella sciarpa, e un posizionato di Bianconi. A 14 secondi dalla sirena Van der Graaf accorcia approfittando dell'espulsione temporanea del portiere Palm; ma nel secondo parziale l'Orizzonte alimenta il vantaggio con Van der Sloot - su assist involontario di Marcialis, che aveva recuperato il pallone prima di servirlo incautamente verso il portiere - e Bianconi lanciata in due tocchi in controfuga per il 5-1. Rapallo torna sotto con una sbracciata di Marcialis e la superiorità numerica finalizzata da Avegno che porta al cambio campo sul 5-3. Nella seconda parte di gara l'Orizzonte si stacca ulteriormente. Vanno a segno in superiorità numerica Ioannou, Avegno e Aiello; poi Bianconi doppia in controfuga il Rapallo (8-4), che rientra con Avegno, in più, e risponde con Van der Graaf (9-6) alla replica di Grillo, ancora in superiorità numerica. In apertura di quarto tempo il Rapallo spreca la possibilità di andare sul -2 con Gragnolati che colpisce il palo su rigore; sul capovolgimento Van der Sloot la mette all'incrocio dalla distanza (10-6), ma Avegno risponde per alimentare la speranza con oltre cinque minuti effettivi da giocare (10-7), che però non vengono sfruttati. Così, a un minuto dalla sirena, Bianconi trasforma il rigore dell'11-7, cui segue in superiorità numerica il quinto gol di Avegno, migliore marcatrice della partita, per l'11-8 conclusivo.

“Avremmo voluto incontrare la Roma in finale –dice Martina Miceli–, anche in vista della prossima sfida di campionato, e così sarà. Credo che la partita ‘vera’ sarà quella di sabato prossimo, ma domani giocheremo una finale e come tale andrà onorata. Loro oggi sono state molto brave, mentre noi abbiamo faticato un po’ di meno rispetto a ieri. Domani secondo me sarà una gran bella partita, che non vediamo l’ora di giocare”.

«Purtroppo abbiamo commesso nuovamente l'errore di partire con un approccio sbagliato al match: calo di concentrazione iniziale, Orizzonte avanti 3-1 e non siamo più riusciti a recuperare il distacco. Peccato. - commenta il tecnico gialloblu Luca Antonucci – Ad ogni modo sono soddisfatto: giocarci l'ingresso alla finale per il primo posto contro una squadra ben attrezzata come il Catania è stato importante per la crescita della squadra, quindi bene così».

Plebiscito Padova-SIS Roma 6-9
Plebiscito Padova: Teani, Barzon 1, Savioli, Gottardo, Queirolo 3, Casson, A. Millo, Dario 2, Sohi, Mazzolin, Nencha, Cardillo, Giacon.
All. Stefano Posterivo.
SIS Roma: Sparano, Tabani, Gual Rovirosa 4, Marani, Giovannangeli, Tankeeva 1, Picozzi 1, Sinigaglia, Galardi 3, Centanni, Giachi, Cellucci, Brandimarte.
All. Pierluigi Formiconi.
Arbitri: Collantoni, Ferrari.
Parziali: 3-3, 2-4, 1-0, 0-2.
Note: uscita per limite di falli nel IV tempo Savioli (P). Ammonito nel II tempo Stefano Posterivo (P). Superiorità num. Plebiscito 3/4, SIS 5/8.

Ostia - Il primo tempo non rompe gli equilibri, con la Plebiscito Padova sempre avanti nel punteggio e la SIS Roma a rintuzzare. Barzon in superiorità numerica e Queirolo in ripartenza portano le campionesse d'Italia sul 2-0. Gual Rovirosa accorcia con una preziosa deviazione e Galardi pareggia con una beduina. Poi il capitano del Setterosa ruba palla alla spagnola, guadagna l'espulsione e segna il 3-2, ma proprio l'attaccante iberico pareggia in più nell'ultima azione di tempo (3-3).
Nel secondo periodo gira la partita. La SIS Roma mantiene sul 100% la media realizzativa in superiorità numerica e con una serie di azioni alla mano manda in gol Tankeeva (per il primo vantaggio delle capitoline), due volte Gual Rovirosa e Galardi (7-3); solo un'individualità di Queirolo e una conclusione di Dario, lanciata in vantaggio, interrompono il break di 5-0 che porta al cambio campo sul 7-5.
Nel terzo tempo entrambe le squadre sporcano la percentuale in superiorità numerica; gli attacchi trovano meno soluzioni al pressing e alla zona ad emme finché Dario non riporta in scia le sue con un fendente dal perimetro (6-7) dopo 5'45 di nulla. Ma dopo circa 11 minuti di sofferenza la Roma torna al gol con Picozzi, dall'esterno, con un tiro al volo, per l'8-6 che frena la remuntada del Padova, che fallisce il nuovo -1 con Dario e subisce immediatamente il 9-6 di Galardi a metà dell'ultima frazione.
Le campionesse d'Italia pagano lo sforzo profuso per rientrare in partita; ci provano fino alla sirena, ma falliscono anche la superiorità numerica a 90 secondi dal termine che avrebbe potuto riaprire i giochi. la SIS Roma va in finale.

Il programma delle finali - domenica 11 novembre

Ore 9.30
Cosenza Pallanuoto – RN Florentia
Arbitri: Calabrò, Scillato

Ore 10,50
Bogliasco 1951 - NC Milano
Arbitri: Braghini, Valdettaro

Ore 12,10
Rapallo PN - CS Plebiscito
Arbitri: Frauenfelder, Nicolosi

Ore 13.30
Orizzonte CT - SIS Roma
Arbitri: Ferrari, Savarese
 

Accedi all'archivio

Share
Mannai, Bettini, Deserti
Figlie d'arte crescono
Straordinari risultati quelle di Linda, Dafne e Sofia, giovani pallanuotiste che si portano appresso cognomi importanti

Federica De Vincentiis
Altro innesto per l'F&D H2O
Dopo De Cuia, Centanni e Coletta alla corte di Danilo Di Zazzo approda la ventenne centrovasca pescarese

E' del Bogliasco
lo scudetto Under 15
La compagine guidata da Mario Sinatra ha avuto ragione in finale del Rapallo. Al terzo posto l'Orizzonte Catania

News news news
20.08.18- Nazionale Under 18: Raduno ad Ostia e poi i Mondiali di Belgrado
20.08.18- Azzurre Under 19 in collegiale ad Ostia
16.08.18- La Nazionale Under 18 pronta alle sfide della Pythia Cup
24.07.18- Under 18 e Under 19: raduno a Santa Maria Capua Vetere
06.07.18- Torneo di Rotterdam. Il Setterosa chiude al secondo posto
05.07.18- Le Nazionali Under 19 ed Under 18 in collegiale ad Ostia dal 9 al 15 luglio
05.07.18- Torneo di Rotterdam - Riscatto azzurro. Olanda sconfitta in rimonta
04.07.18- Torneo di Rotterdam. Azzurre sconfitte al debutto.
03.07.18- Il Setterosa al Torneo di Rotterdam
24.06.18- Nazionale Under 16 a Termoli
© 2012 waterpolowomen.it
E' vietata la riproduzione anche parziale del materiale pubblicato sul sito senza autorizzazione