Competizioni
Serie A1
Serie A2
Le rubriche
Prima Pagina
A bordovasca
Nazionali
Faccia a Faccia
Il caso
Comunicati stampa
La vostra posta
<< Torna alla Home Page
<< Back
<< Torna all'elenco articoli
 
GS Orizzonte
14
WP Messina
5
Gol
Espulsioni
Johnson A.
-
-
Ioannou C.
1
-
Garibotti A.
3
-
Bianconi R.
3
-
Aiello R.
-
-
Santapaola R.
-
-
Palmieri V.
2
-
Marletta C.
2
-
Van der Sloot C.
2
-
Morvillo A.
-
-
Riccioli I.
1
-
Lombardo S.
-
-
Schillaci F.
-
-
Gol
Espulsioni
Sotireli E.
-
-
De Vincentiis F.
-
-
Bonanno C.
-
-
Amadeo G.
-
-
Brown S.
1
-
Radicchi F.
2
-
D'Amico A.
2
-
Misiti M.
-
-
Marchetti T.
-
-
Belorio L.
-
-
Majolino B.
-
-
Antigue S.
-
-
Celona L.
-
-
Sup. num. 4/8Sup. num. 3/6
Allenatore: Miceli M.Allenatore: Begin J.
Arbitri:Lo Dico, Scillato
Parziali: 4-2, 3-0, 5-1, 2-2
Note: spettatori 200 circa. Schillaci in porta nel quarto tempo per Catania.
Gol:gol   Espulsioni:espulsioni    

Catania vince il derby. Messina: il giorno pił triste
05/05/2018 - Redazione
 
QUI CATANIA
L’Orizzonte chiude la regular season con l’ennesima vittoria, conquistata nell’ultima partita stagionale davanti al pubblico di casa.
Le catanesi hanno infatti battuto 14-5 la Waterpolo Messina nella diciottesima giornata di Serie A1 di pallanuoto femminile, nella Piscina Comunale di Nesima (CT).
La partita si è aperta con un primo tempo caratterizzato da ritmi molto bassi e chiuso sul 2-2. Nella fase centrale del match le rossazzurre hanno schiacciato il piede sull’acceleratore, conquistando sia la seconda che la terza frazione, rispettivamente per 5-0 e 5-1, prima di chiudere con il 2-2 del quarto parziale.
Capitan Arianna Garibotti e Roberta Bianconi sono andate a segno tre volte ciascuno, mentre Valeria Palmieri, Claudia Marletta e Sabrina Van der Sloot hanno realizzato due gol a testa. Una rete anche per Carolina Ioannou ed Isabella Riccioli.
A fine partita è arrivata l’analisi del coach dell’Orizzonte, che ha introdotto pure l’argomento delle imminenti Finali Scudetto: “Abbiamo lavorato in palestra anche stamattina per continuare il nostro percorso di lavoro – ha detto Martina Miceli – , poiché la sfida di oggi pomeriggio si presentava sicuramente meno proibitiva di altre, dato che la differenza tecnica in vasca era notevole. Non mi è piaciuto l’atteggiamento di quasi tutte, perché ho visto le mie giocatrici un po’ troppo rilassate ed ho notato un ritmo eccessivamente blando. Però voglio ricordare che prima di andare a Kirishi avevamo giocato la partita perfetta contro Milano e poi non è andata come speravamo. Perciò va bene così e mi auguro che l’aver giocato in questo modo prima della Final Six sia di buon auspicio. Al di là di chiunque affronteremo è giusto pensare solo a noi stesse e fare un passo alla volta. Probabilmente Roma e Padova sono un po’ più avanti delle altre, soprattutto le venete che venderanno cara la pelle per difendere il titolo di Campionesse d’Italia. Oltretutto in una partita secca può davvero succedere di tutto, anche se noi siamo consapevoli della nostra forza e di essere viste come la squadra da battere. Proprio per questo non sarà facile giocare sapendo di esserlo, però andremo a Firenze contente di farlo per quello che ad inizio stagione era il nostro obiettivo. Il 13 maggio ci sarà la ‘Corri Catania’, ma purtroppo non potremo essere presenti perché saremo fuori per le Finali Scudetto. Lo faremo idealmente, con la testa e con il cuore, cercando comunque di dare il nostro sostegno ad un’iniziativa così sentita per la nostra città”.
 
QUI MESSINA
Dopo otto anni consecutivi nella massima serie e alcuni ottimi piazzamenti per la Waterpolo Messina è arrivato il giorno più triste, quello della retrocessione in A/2. 
A certificare il declassamento è stata la sconfitta a Catania per 14-5 nel derby con l’Orizzonte. Contro la prima della classe, la squadra peloritana ha giocato dignitosamente, contenendo il passivo in uno scarto, che considerando i valori in acqua, può essere accettabile. Purtroppo per la Waterpolo Messina il destino era già segnato da tempo e le residue possibilità di raggiungere almeno il play-out, mancato per un solo punto, sono, di fatto, sfumate negli incontri casalinghi persi contro Firenze e Cosenza. 
L’obiettivo, adesso, per la società di Felice Genovese è quello di ripartire dopo una stagione sbagliata. Con la speranza e l’auspicio che quello alla A/1, dopo i tanti i buoni risultati ottenuti  nei tornei precedenti  e anche a livello europeo, sia solo un arrivederci.

Share
Bogliasco guarda al futuro
Avanti nella continuitą
Teresa Frassinetti, diesse del team ligure, traccia il bilancio e illustra i piani per il rilancio del sodalizio biancazzurro

Eugenia Dufour (Bogliasco)
lascia la pallanuoto
Un addio senza rimpianti che giunge al termine di un percorso che dall'Acquagol l'ha vista approdare all'Eurolega

Va al Plebiscito Padova
lo scudetto 2017-2018
Vittoria ai rigori della compagine veneta ai danni del favorito Catania. Quarto tricolore per il team di Stefano Posterivo

News news news
17.05.18- Serie A2 - 17a giornata - Il programma e gli arbitri
12.05.18- E' mancato Rodolfo (Rudy) Leone, presidente della Rari Nantes Imperia
08.05.18- Serie A2 - 16a giornata. Il programma e gli arbitri
05.05.18- Serie A1 - Final-Six di Firenze. Ecco il programma
02.05.18- Serie A2 - 15a giormata - Il programma e gli arbitri
02.05.18- Serie A1 - 18esima e ultima giornata della regular season. Programma e arbitri.
26.04.18- Serie A2 - 14esima giornata. Due gli anticipi. Il programma e gli arbitri.
25.04.18- Serie A1 - 17a giornata. Il programma e gli arbitri
20.04.18- Serie A2 - 13a giornata - Il programma e gli arbitri
19.04.18- Setterosa: collegiale ad Ostia dal 22 al 25 aprile
© 2012 waterpolowomen.it
E' vietata la riproduzione anche parziale del materiale pubblicato sul sito senza autorizzazione