Competizioni
Serie A1
Serie A2
Le rubriche
Prima Pagina
A bordovasca
Nazionali
Faccia a Faccia
Il caso
Comunicati stampa
La vostra posta
<< Torna alla Home Page
<< Back
<< Torna all'elenco articoli
 
GS Orizzonte
9
Rapallo PN
2
Gol
Espulsioni
Palm C.
-
-
Ioannou C.
1
-
Garibotti A.
4
-
Bianconi R.
2(1 r.)
-
Aiello R.
-
-
Grillo R.
-
-
Palmieri V.
-
-
Marletta C.
-
-
Santapaola R.
-
-
Morvillo A.
-
-
Riccioli I.
2
-
Lombardo S.
-
-
Schillaci F.
-
-
Gol
Espulsioni
Lavi F.
-
-
Zanetta N.
-
-
Gragnolati A.
-
Definitiva
Avegno S.
1
-
Marcialis C.
1
-
Sessarego M.
-
-
D'Amico M.
-
-
Giustini S.
-
-
   
Cuzzupè G.
-
-
Genee A.
-
-
Gagliardi G.
-
-
   
Sup. num. 4/8Sup. num. 1/7
Allenatore: Miceli M.Allenatore: Antonucci L.
Arbitri:Centineo, Filippini
Parziali: 3-1, 2-0, 3-0, 1-1
Note: spettatori 250 circa. Rapallo con 11 giocatrici a referto. Nel Catania assente Van der Sloot in collegiale con l Olanda negli Stati Uniti.
Bianconi (O) scaglia sul palo un rigore nel secondo tempo a 3.58. Uscita per limite di falli Gragnolati (R) nel quarto tempo.
Gol:gol   Espulsioni:espulsioni    

Catania incontenibile. Niente da fare per il Rapallo
00/00/0000 -
 
QUI CATANIA
L'Orizzonte conquista un’altra vittoria netta in una sfida accompagnata da tante motivazioni e batte 9-2 il Rapallo Pallanuoto, nell’ultima partita del 2017, davanti da al pubblico amico della Piscina “Francesco Scuderi”.
Le catanesi chiudono quindi l’anno e il girone d’andata del campionato consolidando il primato in classifica e conquistando tre punti che fanno salire la squadra di Capitan Garibotti e compagne a +7 proprio sulle liguri, seconde insieme a Plebiscito Padova, Sis Roma e NC Milano, in attesa che le venete recuperino la partita contro il Messina.
Il match ha visto il dominio delle rossazzurre sin dai primi minuti, come testimoniato dal 3-1 del primo tempo a favore dell’Orizzonte. Le padrone di casa hanno poi conquistato anche il secondo e il terzo parziale, rispettivamente per 2-0 e 3-0, mentre l’ultima frazione si è chiusa sull’1-1.
Capitan Arianna Garibotti è stata la miglior marcatrice della sfida con quattro gol, mentre Roberta Bianconi e Isabella Riccioli hanno segnato due reti a testa. Un gol anche per Carolina Ioannou.
Tre punti importanti quindi per le catanesi, che salutano con grande affetto l’ultima partita in rossazzurro di Gabi Palm attraverso le parole del coach dell’Orizzonte, che sottolinea anche come la propria squadra abbia la necessità di continuare a migliorare: 
“Abbiamo vinto nettamente –dice Martina Miceli– , ma in realtà non sono per nulla contenta. Certamente abbiamo fatto molto bene in difesa, ma altrettanto male in attacco, sprecando l’inverosimile. Possiamo permettercelo in una partita così, ma andando avanti ci troveremo a giocare delle sfide di livello superiore, nelle quali non potremo sbagliare tanti gol facili com’è accaduto oggi. E’ vero che siamo ormai a Natale, ma l’ultima squadra a cui volevo fare regali era il Rapallo e sappiamo tutti bene per quale motivo. Guadagniamo ancora margine in classifica, anche se credo sia davvero difficile che il Messina possa impensierire il Padova nel recupero. Però ci godiamo questo primo posto, pensando che per quanto può essere importante arrivare prime nella regular season per avere una semifinale più agevole sulla carta, tutto si deciderà comunque alla fine ed è per questo che mi arrabbio quando giochiamo partite come questa. Dobbiamo capire che quando ci si troverà a giocarsi lo Scudetto in una partita secca bisognerà essere talmente preparati a non sbagliare mai che dovrà venire facile fare determinate cose, mentre oggi non è stato così. Stasera salutiamo Gabi con tanto affetto per la sua ultima partita con noi. Vedremo chi verrà al suo posto, ma è chiaro che si tratterà di un’atleta di indubbio valore, però oggi mi va di parlare solo di lei. Gabi è stata fantastica e secondo me come giocatrice ha un futuro davvero roseo. E’ giovanissima, è un’atleta strepitosa e migliora giorno dopo giorno, facendo tesoro di tutte le informazioni che riceve da me, dalle compagne e da tutto ciò che la circonda. Questa è sicuramente la prerogativa di una grande giocatrice, soprattutto per un portiere. Diventerà veramente brava, ha delle doti fisiche eccellenti e già in soli tre mesi è migliorata tantissimo, adeguandosi subuto al campionato italiano. Inoltre, è una ragazza eccezionale e quindi per il momento ci lasciamo sperando che il nostro sia un arrivederci, come le ho detto in tutti i modi e in più occasioni. La aspettiamo e speriamo che potrà essere il nostro portiere per gli anni a venire, augurandoci che siano tanti, data la giovanissima età”.
 
QUI RAPALLO
Dopo la bella vittoria di sabato scorso a scapito del Plebiscito Padova, al Rapallo Pallanuoto non riesce il secondo “colpaccio” in questa prima parte di campionato prima della pausa natalizia: va infatti all'Orizzonte il match giocato questo pomeriggio a Catania, chiuso dalle padrone di casa sul 9-2.
Assenti Van der Graaf per il Rapallo e Van der Sloot per 'Orizzonte, entrambe impegnate con la Nazionale olandese in World League (e Rapallo che non può contare neppure sul centroboa Genee che il tecnico Antonucci ha tenuto a riposo per precauzione causa problemi ad una spalla) la partita si indirizza praticamente subito su un binario favorevole alla formazione siciliana, avanti 3-1 al termine del primo tempo (reti di Garibotti, doppietta, e Riccioli in superiorità, mentre per il Rapallo accorcia Carolina Marcialis) per poi incrementare progressivamente il vantaggio portandosi a +4 prima del cambio campo.
Le gialloblu non riescono a entrare in partita e a questo punto non c'è più storia: il terzo tempo si chiude con un parziale di 3-0, l'Orizzonte fa valere tutta l'esperienza delle sue giocatrici e gestisce il vantaggio nella fase finale del match, concedendo al Rapallo di andare a segno con Silvia Avegno in superiorità numerica nel quarto tempo. Finale 9-2.
«Purtroppo vincere questa partita era praticamente impossibile –commenta il tecnico Luca Antonucci- Mancavano Van der Graaf impegnata in Nazionale e Genee che non ha giocato nemmeno un minuto per problemi alla spalla, in più Gragnolati è scesa in campo con la febbre a 38,5° ed altre giocatrici come Lavi e Sessarego erano reduci dall'influenza. Pur volendo, non eravamo nelle condizioni fisiche per giocarcela al massimo, fermo restando che l'Orizzonte è una squadra costruita per vincere lo scudetto e tornare a casa con i tre punti non sarebbe stato comunque semplice. Va bene così, chiudiamo il 2017 con 12 punti in classifica ed è un ottimo risultato. Speriamo di recuperare le giocatrici infortunate durante la pausa in vista del secondo turno di Coppa Italia ad armi pari con le altre squadre, che è la cosa più importante».

Share
Ecco il Setterosa
per Barcellona
Due le novità: Silvia Avegno e Arianna Gragnolati. Lasciano Aleksandra Cotti e Giuditta Galardi

L'Italia torna a vincere
Affondata la Croazia
Ampio successo delle azzurre che superano 24 a 3 le croate nella quarta giornata degli Europei di Barcellona

La canadese Axelle Crevier
approda a Firenze
L'attaccante (25 reti a segno la scorsa stagione) va ad aggiungersi agli arrivi di Gloria Giachi e di Alice Mandelli.

News news news
06.07.18- Torneo di Rotterdam. Il Setterosa chiude al secondo posto
05.07.18- Le Nazionali Under 19 ed Under 18 in collegiale ad Ostia dal 9 al 15 luglio
05.07.18- Torneo di Rotterdam - Riscatto azzurro. Olanda sconfitta in rimonta
04.07.18- Torneo di Rotterdam. Azzurre sconfitte al debutto.
03.07.18- Il Setterosa al Torneo di Rotterdam
24.06.18- Nazionale Under 16 a Termoli
20.06.18- Serie A2 - Play-Off e Play-Out. Alla stretta finale. Sabato anticipano Locatelli e Volturno
18.06.18- Il Setterosa supera (8-7) la Cina nell'amichevole di Firenze
14.06.18- Setterosa ad Atene. Poi tre amichevoli con la Cina ed i Giochi del Mediterraneo
12.06.18- A2 - Play-Off. A Bensaia la direzione della "bella" tra Verona e Acquachiara
© 2012 waterpolowomen.it
E' vietata la riproduzione anche parziale del materiale pubblicato sul sito senza autorizzazione