Competizioni
Serie A1
Serie A2
Le rubriche
Prima Pagina
A bordovasca
Nazionali
Faccia a Faccia
Il caso
Comunicati stampa
La vostra posta
<< Torna alla Home Page
<< Back
<< Torna all'elenco articoli
 
RN Florentia
5
Cosenza PN
6
Gol
Espulsioni
Banchelli C.
-
-
Rorandelli C.
-
-
Cortoni C.
-
-
Cordovani S.
-
-
Cotti A.
-
-
Lapi A.
3
-
Sorbi C.
2
-
Francini R.
-
-
Curandai L.
-
-
Giannetti L.
-
-
Marioni V.
-
Definitiva
Bartolini G.
-
-
Perego L.
-
-
Gol
Espulsioni
Gorlero G.
-
-
Citino G.
2
-
Gallo M.
-
-
De Mari R.
-
-
Motta S.
-
-
De Cuia V.
-
-
Kuzina S.
1
-
Nicolai C.
1
-
Di Claudio L.
2
-
Presta C.
-
-
Motta R.
-
-
Nistic˛ F.
-
-
Sena F.
-
-
Sup. num. 3/6Sup. num. 3/8
Allenatore: Sellaroli A.Allenatore: Capanna M.
Arbitri:Calabr˛, Castagnola
Parziali: 1-0, 1-3, 0-1, 3-2
Note: spettatori 100 circa. Bartolini (F) ha fallito un rigore nel secondo tempo (palo). Kuzina (C) ha fallito un rigore nel secondo tempo (palo).
Uscita per limite di falli Marioni (F) nel quarto tempo. Espulso Sellaroli (all. F) nel terzo tempo per proteste.
Gol:gol   Espulsioni:espulsioni    

Nel recupero il Cosenza espugna Firenze
20/01/2018 - Redazione

Gara rinviata e recuperata il 20 gennaio 2018

QUI FIRENZE

Nell’indigesto recupero della settima giornata, il Cosenza espugna Firenze alla fine di un’abbuffata di polemiche ed errori, come conferma a fine gara il tecnico gigliato Andrea Sellaroli: “Sono stufo di vedere vanificato il nostro lavoro da decisioni discutibili, meritiamo rispetto. Visto il calendario spezzatino trovo scorretto aver rinviato il match lo scorso dicembre in uno dei pochi momenti di continuità del campionato, ma trovo ancora più assurdo aver concesso di giocare oggi dopo un alternarsi di partite e riposo snervante che va avanti ormai da due mesi”.
 
Il primo tempo le squadre si studiano e la paura di perdere è più forte della voglia di vincere. Eccetto qualche attacco ospite, neutralizzato da una super Banchelli non accade nulla fino a venti secondi dal termine quando Sorbi trova il vantaggio con un tiro alla disperata dalla lunga distanza, allo scadere dei trena secondi. Ad inizio secondo tempo Citino trova il pareggio con una girata da posizione sei, subito dopo la Bartolini, su rigore, ha l’opportunità di riportare in vantaggio le biancorosse ma si lascia neutralizzare dalla Gorlero che devia sul palo. Sulla ribattuta, Banchelli imita la collega e manda sul legno il tiro dai cinque metri della Kuzina. La posta in palio è alta e il match è teso, Nicolai trova il vantaggio delle ospiti, ma un minuto dopo ancora Sorbi, in superiorità trova il pareggio. Mentre tutto lascia presagire al pareggio, Citino trova il guizzo vincente che manda le squadre a riposo con il Cosenza in vantaggio.
Il terzo tempo è la fotocopia del primo, con le squadre più attente a non subire che attaccare e sono i portieri protagonisti in più di una occasione. La Rari ci crede e prova a scardinare le maglie della difesa ospite, ma è Kuzina a trovare il goal che manda a più due le calabresi. Il quarto tempo la Rari si scopre e sono ancora le ospiti a trovare il goal con Di Claudio, in superiorità. Subito dopo Allegra Lapi sfodera tutta la sua classe e riporta a galla le sue con una splendida doppietta. La Florentia ha la grande occasione per pareggiare ma Gorlero mostra tutte le sue doti chiudendo lo specchio prima a Giannetti e poi a Bartolini. A due minuti dal termine la Rari in superiorità ha ancora un occasione, ma l’arbitro con il fallo fischiato (palla sotto) alla Lapi concede di fatto alla Di Claudio il goal della vittoria. La Rari prova il tutto per il tutto e va ancora a segno con la Lapi. Sul finire una straordinaria Gorlero e dubbie decisione arbitrali placano ogni velleità delle padrone di casa che si arrendono a testa alta.
Il Cosenza vince e scavalca la Florentia che resta a quota cinque, prossimo match sabato 17 febbraio, ancora a Bellariva contro la capolista Orizzonte.

QUI COSENZA

Continua il momento magico del Città di Cosenza, corsaro a Firenze in una gara combattutissima. Il 2018 della squadra di Capanna è iniziato senza battute d’arresto, con due pareggi e due successi, l’ultimo oggi con 6-5 in casa della Florentia. Le rossoblu hanno infatti meritato la vittoria e risposto alla chiamata del tecnico ligure, che aveva chiesto grinta e determinazione. Missione compiuta, toscane scavalcate in classifica e settimo posto parziale con splendida vista playoff, ora solo a due punti di distanza. Bella prova per Cosenza, capace di imprimere alla gara tutto quanto era stato preparato in settimana. Bartolini e Cotti sono state arginate, Gorlero, Kuzina e Motta hanno lavorato di mestiere e 4 dei 6 gol realizzati hanno meno di 20 anni e sono firmati Citino e Di Claudio. Da segnalare anche la crescita di Nicolai, che nel 2018 si sta rivelando vero valore aggiunto della squadra. La cronaca. Gara equilibrata e un solo gol firmato Sorbi nel primo parziale. Cosenza non demerita e alla ripresa la ribalta con la doppietta di una Citino dominante al centro e la rete di Nicolai. A metà gara si va sul 2-3 e Cosenza allunga con una stupenda rete di Kuzina a fine terzo. Il quarto tempo è infuocato. Le calabresi segnano il 5-2 con Di Claudio ma la Florentia in meno di 30 secondi si rifà sotto segnando due reti. Il sigillo lo mette ancora l’ottima Di Claudio e a poco serve il tris personale di Lapi. Si chiude 5-6 e Cosenza torna a casa con tre punti pesantissimi. Capanna può gioire. “Sono finalmente contento – ha sottolineato l’allenatore a fine gara – perché ho visto una prestazione importante e una voglia matta di vincere da parte delle mie ragazze. Abbiamo incontrato una squadra quadrata e pericolosa, trascinata da un pubblico infuocato e che nel quarto tempo ha giocato al limite del regolamento facendosi in quattro per trovare punti. Noi siamo riusciti a gestire bene le fasi della gara iniziando da un primo tempo in cui potevamo segnare alcuni gol e invece abbiamo chiuso a zero. Siamo contenti perché con un calendario difficile ci siamo staccati momentaneamente dalla zona calda e abbiamo i play off a soli sei punti, dimostrando a tante persone che la squadra ha voglia e che gli sforzi fatti da noi in allenamento e dalla nostra società possono trasformarsi in qualità e risultati in campo. La cosa che più mi ha colpito però è la prova dei singoli, perché finalmente non siamo più legati alle prestazioni delle giocatrici più esperte ma vedo qualità in tanti elementi. Questo significa crescere e per farlo bisognerà passare da una finale di Coppa Italia in cui vogliamo essere protagonisti”. 


Share
Europa Cup 2018
Il titolo Ŕ della Grecia
Elleniche al primo posto davanti a Russia e Spagna. L'Italia chiude al 5░ posto grazie al ritrovato successo sull'Ungheria

L'impresa non riesce
Catania corre per il bronzo
Coppa Campioni: siciliane sconfitte 14-13 dal Kirishi. Domani torneranno in vasca per contendere il 3░ posto all'Uvse

Coppa Campioni
Catania ci prova
Le rossobl¨ di Martina Miceli sfidano in semifinale le campionesse in carica del Kirishi. Sabadell-Ujpest l'altra semifinale

News news news
20.04.18- Serie A2 - 13a giornata - Il programma e gli arbitri
19.04.18- Setterosa: collegiale ad Ostia dal 22 al 25 aprile
18.04.18- Serie A1 - 16a giornata. Il programma e gli arbitri
11.04.18- Serie A2 - 12a giornata. Il programma e gli arbitri
11.04.18- Serie A1 - 15a giornata - Il programma e gli arbitri
06.04.18- Serie A2 - 11esima giornata. Programma e Arbitri. Sabato l''anticipo: Trieste - Promogest
30.03.18- Setterosa, raduno ad Ostia dall'8 al 10 aprile. Tra le convocate Viacava, Galardi e Sparano.
27.03.18- Euroleague e Len Trophy: i sorteggi delle italiane.
21.03.18- Serie A2 - 10a giornata - Il programma e gli arbitri. L'anticipo Ŕ Rapallo-Trieste
19.03.18- Azzurrine a Santa Maria Capua Vetere dal 2 al 5 aprile
© 2012 waterpolowomen.it
E' vietata la riproduzione anche parziale del materiale pubblicato sul sito senza autorizzazione