Competizioni
Serie A1
Serie A2
Le rubriche
Prima Pagina
A bordovasca
Nazionali
Faccia a Faccia
Il caso
Comunicati stampa
La vostra posta
<< Torna alla Home Page
<< Back
<< Torna all'elenco articoli
 
GS Orizzonte
15
Cosenza PN
10
Gol
Espulsioni
Palm C.
-
-
Ioannou C.
3
-
   
Bianconi R.
1
Definitiva
Aiello R.
1
-
Grillo R.
-
-
Santapaola R.
-
-
Marletta C.
4
-
Van der Sloot C.
6(1 r.)
-
Morvillo A.
-
Definitiva
Riccioli I.
-
-
Lombardo S.
-
-
Schillaci F.
-
-
Gol
Espulsioni
Gorlero G.
-
-
Citino G.
2
-
Greco F.
-
-
De Mari R.
-
-
Motta S.
4
-
De Cuia V.
-
-
Kuzina S.
2
-
Nicolai C.
-
-
Di Claudio L.
-
Definitiva
Presta C.
1
-
Motta R.
1
-
Garritano B.
-
-
Sena F.
-
-
Sup. num. 6/11Sup. num. 3/12
Allenatore: Miceli M.Allenatore:
Arbitri:Cataldi, Piano
Parziali: 6-4, 1-2, 6-1, 2-3
Note: spettatori: 250 circa. Uscite per limite di falli: Bianconi(Orizzonte) nel secondo tempo, Di Claudio (Cosenza), Morvillo (Orizzonte) nel quarto tempo.
Espulso il trainer del Cosenza, Marco Capanna, nel quarto tempo.
Gol:gol   Espulsioni:espulsioni    

L'Orizzonte Catania archivia anche la pratica Cosenza
11/04/2017 -
QUI CATANIA
L’Orizzonte centra ancora una volta i tre punti, battendo 15-10 il Cosenza Pallanuoto nella terza giornata di Serie A1 di pallanuoto femminile.
Le catanesi hanno superato un banco di prova importante, reso ancor più difficile dalle assenze pesantissime di Capitan Arianna Garibotti e Valeria Palmieri.
La partita delle rossazzurre era iniziata con qualche tentennamento, ma poi l’Orizzonte ha conquistato il primo tempo per 6-3. Nel secondo parziale invece è arrivata la reazione delle calabresi, che hanno vinto la frazione per 1-2. Nel terzo tempo, però, le etnee hanno messo il turbo, ipotecando il successo con un netto 6-1, che ha reso ininfluente l’1-2 a favore delle ospiti nella frazione finale.
Sabrina Van der Sloot è stata protagonista di una grande prestazione ed è andata in gol ben sei volte, mentre Claudia Marletta ha realizzato quattro reti. Tre gol anche per Carolina Ioannou, uno a testa per Roberta Bianconi e Rosaria Aiello.
 
QUI COSENZA
Pronostico rispettato ma Città di Cosenza orgogliosa e combattiva nel match perso contro l'Orizzonte Catania. Le ragazze di Capanna hanno incassato un 15-10 e una battuta d'arresto che ci può stare in terra di Sicilia, ma si sono battute con la grinta di chi vuole archiviare una prima fase di calendario difficilissima e scrollarsi di dosso lo zero in classifica. Passi in avanti interessanti quindi in una partita che la corazzata guidata dalla Miceli ha dovuto giocare al massimo per avere la meglio di una Cosenza sempre in gara, ma che paga come sempre i momenti di blackout e una fase difensiva che va assolutamente rivista. Per metà della gara, Catania, priva di un Garibotti e Palmieri, ha sudato per scrollarsi di dosso un'avversaria cattiva, determinata e vogliosa di giocarsela alla pari. Poi il crollo nel terzo tempo, l'espulsione a Capanna un po' esagerata e una sconfitta che ci sta per i valori in campo. Catania è la corazzata da battere, Cosenza una squadra che con solo due innesti ha dimostrato di potersela giocare e di sapere tenere testa per lunghi tratti anche alle più forti. 
La cronaca. Orizzonte senza Garibotti e Palmieri e Cosenza che ritrova Presta subito in vasca. Silvia Motta, la migliore insieme a Citino per Cosenza, apre le danze prima del rientro di Catania, trascinata da una Van Der Sloot strepitosa. Il primo tempo è scoppiettante e Catania se lo aggiudica per 6-4. Cosenza reagisce e nel secondo, complice l'espulsione definitiva per Bianconi, accorcia fino al 7-6. La gara sembra equilibrata nonostante i pronostici ma le calabresi nel terzo perdono la testa e crollano. Marletta e l'olandese delle etnee schiantano Cosenza che incassa sei reti ed esce dal match. Il quarto tempo è una formalità per le siciliane, mentre Capanna, espulso frettolosamente, fa esordire la giovanissima Sena. Termina con i tre punti per Catania e un Capanna che prende il lato buono ma non fa sconti. 
 

Share
Messina - Bogliasco
L'ira del presidente Genovese
Il numero uno del team peloritano: 'Pessimo metro arbitrale. Mi sento preso in giro'. Sinatra: 'Prova di carattere'.

Elisa Casanova presidente
della Nuotatori Genovesi
Idee chiare, progetti concreti, nessun compromesso quando si tratta di giovani che praticano lo sport.

Serie A2: Como Nuoto
Arriva l'argentina Carla Comba
26 anni, giocatrice universale reduce dall'esperienza trascorsa la scorsa stagione nelle file del NC Milano.

News news news
15.11.17- Setterosa: collegiale ad Ostia dal 20 a 22 novembre
14.11.17- Serie A1 - 4a giornata. programma & arbitri
11.11.17- FIN Cup. Orari e arbitri delle finali
05.11.17- Il Kirishi si aggiudica anche la Supercoppa
02.11.17- Raduno a Santa Maria Capua Vetere per le Nazionali Under 17 e Under 18
02.11.17- Serie A1 - Terza giornata. Programma & arbitri
26.10.17- Serie A1 - Seconda giornata. Programma & Arbitri.
17.10.17- Serie A1 - Prima giornata - Programma & arbitri
13.10.17- Izabella Chiappini ha acquisito la cittadinanza italiana
04.10.17- FIN CUP. Scatta fase due
© 2012 waterpolowomen.it
E' vietata la riproduzione anche parziale del materiale pubblicato sul sito senza autorizzazione