Competizioni
Serie A1
Serie A2
Le rubriche
Prima Pagina
A bordovasca
Nazionali
Faccia a Faccia
Il caso
Comunicati stampa
La vostra posta
<< Torna alla Home Page
<< Back
<< Torna all'elenco articoli
 
Città di Cosenza
14
RN Bologna
6
Gol
Espulsioni
Sotireli E.
-
-
Citino G.
1
-
Di Claudio L.
-
-
De Mari R.
1
-
Motta S.
2
-
Niu G.
4
-
D'Amico A.
1
-
Nicolai C.
-
-
Pomeri F.
3
-
Presta C.
-
-
Motta R.
2
-
De Cuia V.
-
-
Manna A.
-
-
Gol
Espulsioni
Sparano F.
-
-
Monteiro Abla D.
1
-
Verducci M.
1
-
Mina A.
1
-
Rendo G.
-
-
Fisco M.
-
-
   
Manzoni G.
1
-
Udoh V.
-
-
Budassi M.
1
-
Centanni S.
1
-
Lenzi V.
-
-
   
Sup. num. 3/6Sup. num. 1/12
Allenatore: Capanna M.Allenatore: Grassi G.
Arbitri:Scappini, Severo
Parziali: 4-2, 2-2, 4-2, 4-0
Note: spettatori 150 circa. Espulso Capanna (all. C.) per proteste nel terzo tempo. Nessuna uscita per limite di falli. RN Bologna con sole 11 giocatrici a referto.
Gol:gol   Espulsioni:espulsioni    

00/00/0000 -
 
Il Comunicato Stampa del Cosenza
 
Carattere, umiltà e gestione della gara. Tre componenti che Capanna aveva chiesto prima del match contro Bologna, e che le sue giocatrici hanno raccolto in pieno nel pomeriggio di oggi. Il 14-6 rifilato alla squadra di Grassi apre un nuovo campionato per il Città di Cosenza, che raccoglie i frutti del lavoro svolto e anche di qualche sonora sberla incassata nelle altre partite. Il match ha avuto una sola padrona, perché Cosenza ha mostrato subito carattere e sul piano fisico ha dominato le avversarie. Già nel primo periodo di gioco infatti le padrone di casa erano avanti per 4-2, grazie ai gol di De Mari e Citino e alla doppietta di Pomeri, molto incisiva al pari di Niu Guannan, imprendibile oggi in vasca. Proprio la giocatrice cinese firmava il 5-2, che apriva un secondo periodo equilibrato ma gestito con calma da Cosenza, che anche oggi ha incassato una lunga serie di espulsioni. Nel terzo periodo l’espulsione di mister Capanna poteva cambiare gli equilibri, ma anche senza una guida dalla panchina, Motta e compagne hanno saputo reagire, dominando grazie all’ottima Niu il3 tempo. Nell’ultimo periodo di gioco non c’è stata storia. Cosenza lo ha archiviato con un netto 4-0 che inchiodava il tabellone sul 14-6. Ottime le prove di Niu e Pomeri, ma in generale il setterosa del presidente Manna ha mostra equilibrio ed esplosività, gestendo la gara nei pochi momenti delicati così come chiedeva Capanna. Da sottolineare il dato delle espulsioni. Cosenza ne ha ricevute solo 6 a favore traducendole in 3 gol ma ne ha incassate 12 contro più un rigore. A commentare il match è stata Luna Di Claudio, giocatrice pescarese che sta vivendo da lontano il dramma della sua terra ma che ha amici e parenti nei luoghi dove terremoto e neve stanno creando immenso disagio. “La dedico a loro – ha commentato il numero 3 del Cosenza – perché anche se da lontano capisco le difficoltà e le ansie. Sono in contatto telefonico e non è facile, perché ho i parenti in quei luoghi e conosco due ragazzi che sono stati fortunatamente tratti in salvo dall’hotel Rigopiano. Il mio pensiero va ai miei conterranei, ma la cosa che mi rende più felice è che il Pescara abbia giocato. C’era il rischio di rinvio della gara, ma credo che disputare il match sia servito a riportare quella normalità che sembra purtroppo un sogno”.
 
Il Comunicato Stampa del Bologna
 
Settima giornata del girone d’andata del campionato femminile di pallanuoto serie A1 con importanti scontri diretti in zona retrocessione.
Milano-Rapallo e Cosenza-Bologna. La squadra felsinea, reduce dall’eliminazione in Coppa Italia, cercava riscatto e soprattutto punti in classifica, ma torna dalla trasferta calabrese con una netta sconfitta. Netta solo nel risultato, perché le ragazze allenate da Grassi hanno provato a tener testa alle padrone di casa, ne sono la dimostrazione delle 12 superiorità conquistate, ma la scarsa precisione in fase conclusiva delle bolognesi ha vanificato tutta quanto fatto nella costruzione del gioco. 
Sicuramente in difficoltà in un campo all’aperto e contro una squadra molto fisica le ragazze bolognesi non sono riuscite a reggere il ritmo delle padrone di casa più di metà partita subendo un parziale di 8 reti a 2 nella seconda metà della partita.
“Troppi gol incassati per mancanza di concentrazione – lamenta il tecnico Grassi – abbiamo subito la loro aggressività e abbiamo sprecato ben 11 superiorità numeriche. Nelle prossime due settimane dovremo trovare la giusta concentrazione per preparare al meglio le sfide contro Pescara e Rapallo”.
Unica nota positiva per la squadra bolognese il pareggio tra Milano e Rapallo, che restano, almeno sulla carta, ad una distanza recuperabile.
 

Share
La piscina di Rapallo
sede della Final-Six
Per tre giorni, da giovedì 11 a sabato 13 maggio, la cittadina ligure si trasformerà nella Capitale della pallanuoto italiana.

Contrordine: Setterosa out
Niente Super Final di W-League
Il nome dell'Italia non compare nell'elenco pubblicato dalla Fina. Azzurre escluse a favore dell'Olanda.

Raduno per quaranta
Al Centro Federale di Ostia
Appuntamento speciale per 40 promesse della pallanuoto femminile italiana. Il collegiale dal 23 al 26 aprile.

News news news
20.04.17- Serie A2 - 13a giornata - Il programma e gli arbitri
20.04.17- Serie A1 - 16a giornata. Il programma e gli arbitri
05.04.17- Serie A2 - 12a giornata - Il programma e gli arbitri
05.04.17- Serie A1 - 15esima giornata. Il programma e gli arbitri
04.04.17- Presentata a Genova la Final Six
30.03.17- Serie A2 - 11a giornata - Il programma e gli arbitri
23.03.17- Serie A2 - Decima giornata (prima del girone di ritorno). Programma e arbitri
22.03.17- Serie A1 - 14esima giornata - Il programma e gli arbitri
21.03.17- Giustizia sportiva: Giusi Citino (Cosenza), stop per due turni.
16.03.17- Serie A2 - 9a giornata - Il programma e gli arbitri
© 2012 waterpolowomen.it
E' vietata la riproduzione anche parziale del materiale pubblicato sul sito senza autorizzazione